logo azienda Cristina Menicocci

Cristina Menicocci


Azienda Biodinamica Vegana


Azienda Agricola Biodinamica- Tel: +39.0761.575041 Via Etruria, 2 - 01034 Fabrica di Roma (VT) - Italia


Il Martirio


La mannaia del boia, guizzando con sinistri bagliori, chiuse per sempre la loro bocca, spense la loro voce. Il martirio è il sigillo della fede. Non vi è prova più chiara e convincente di amore, come ha detto lui stesso: "Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici" (Giov. 15,14). L'amico indimenticabile, per cui valeva la pena deporre la vita era lui, Cristo stesso. Con brevi tocchi di penna descrive il biografo quei momenti supremi: senza reagire, disteso il collo, "il B. Gratiliano e la B. Felicissima furono subito decapitati dai carnefici del diavolo". Sangue, candido come la neve, sgorgò dal collo grondante di Gratiliano: candore niveo, splendente come le vesti di Cristo sul Tabor:sono trasfigurati nel Cristo risorto. In quello stesso giorno, il padre di Gratiliano, ammirato della forte tempra di carattere del figlio, tratto tipico di famiglia, comprava quel campo inturgidato dal sangue del figlio, sito in contrada Maulano e lo intitolò campo di Gratiliano; ivi dette commossa sepoltura alle spoglie del martire. Era il 12 agosto 269 dell'era volgare. Erano trascorsi tre giorni dalla sepoltura, quando, a somiglianza di quanto avvenne presso il sepolcro di Cristo, apparvero insieme a due giovani in bianche vesti nel silenzio della notte, ai genitori di Gratiliano, rassicurandoli festosi: "Guardate vostro figlio sano e salvo per virtù del Signore nostro Gesù Cristo. Non ci piangete come morti, poichè siamo uniti al coro dei SS.Apostoli e Martiri, mentre la mia sorella Felicissima è presso la Regina Madre del Signore Nostro Gesù Cristo" Alla testimonianza il martire Gratiliano aggiunse una profezia di consolazione per la chiesa locale: "Vi annuncio la pace che è stata concessa alla Chiesa di Dio; in questo stesso mese sarà esso a morte Trasone, nemico dei cristiani, ucciso da Claudio Cesare". Un passato prossimo che ha valore di futuro profetico, cioè di in un futuro giàisto come realizzato. Ha lasciato ai suoi genitori una dolce consegna, che è per noi un testamento: "Non mi piangete come morto, ma credete nel Signore Gesù Cristo, che può donarvi il perdono di tutti i peccati e concedervi la vita eterna". "Dagli atti della Passione di S.Gratiliano e Santa Felicissima"